Taranto. Carabiniere Compie Mattanza

Secondo i primi rilievi medici, l’appuntato Raffaele Pesare, ha fatto fuoco con la calibro 9 d’ordinanza almeno una decina di volte, sparando da distanza molto ravvicinata e colpendo il padre, la sorella e il cognato al volto.

Le vittime sono tutte morte sul colpo. Il fatto che il militare fosse in licenza e avesse portato con sé la pistola nella casa dove vivevano la sorella e il padre rivela che forse Pesare aveva premeditato di usarla.

Subito dopo la strage l’appuntato ha chiamato 112 e 118 chiedendo aiuto.

Il carabiniere è in stato di arresto piantonato dai suoi colleghi con l’accusa di triplice omicidio.  Non è in pericolo di vita ed è in coma farmacologico nel reparto di Rianimazione del Policlinico di Bari.

La lite pare sia scoppiata per un’eredità e per la raccolta delle olive nella campagna di famiglia.

Francesca Romana Pisciotta