Sanremo 2018 Gran Finale

Sanremo 2018 batte tutti i record. Anche la finale della 68esima edizione del festival, che ha incoronato vincitori la coppia Ermal Meta e Fabrizio Moro con il loro brano “Non mi avete fatto niente”, ha registrato ascolti alle stelle: ieri sono stati 12 milioni 125mila i telespettatori sintonizzati su Rai1, con uno share del 58,3%. Un risultato in linea con quello dello scorso anno, quando gli spettatori della finalissima erano stati 12 milioni 22mila e lo share del 58,41%. E che conferma i dati positivi collezionati sera dopo sera dal trio Baglioni-Hunziker-Favino: gli ascolti della quarta serata, per citare l’ultima, hanno registrato uno share mai così alto dal 1999. Il primo dei Big ad essersi esibito è Luca Barbarossa con “Passame er sale”, poi tocca a Red Canzian con “Ognuno ha il suo racconto”, The Kolors con “Frida”, Elio e le Storie Tese con “Arrivedorci” per quella che a quanto è pare è l’ultima esibizione dal vivo del gruppo, poi Ron e “Almeno Pensami”, Max Gazzè con “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, Annalisa con “Il mondo prima di te”, Renzo Rubino con “Custodire” , i Decibel con “Lettera dal Duca”, Ornalla Vanoni con Bungaro e Pacifico in “Imparare ad amarsi”, Giovanni Caccamo con “Eterno”, Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza”, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con “Il segreto del tempo”, Diodato e Roy Paci con “Adesso”, Nina Zilli “Senza appartenere”, Noemi con “Non smettere mai di cercarmi”, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, Mario Biondi con “Rivederti”, Le Vibrazioni con “Così sbagliato”, poi Enzo Avitabile e Peppe Servillo con “Il coraggio di ogni giorno”.
L’Ariston esplode per Laura Pausini e lei corre fuori a cantare in strada con i fan che circondano il red carpet. E’ un trionfo, uno dei momenti più belli del Festival, tanto che nemmeno il collegamento in diretta telefonica con Fiorello riesce a rubarle la scena.
Pierfrancesco Favino recita un potente monologo sui migranti tratto dal suo ultimo spettacolo teatrale “La notte poco prima delle foreste” Bernard-Marie Koltès. L’attore non riesce a trattenere le lacrime, poi entra Fiorella Mannoia per cantare con Claudio Baglioni “Mio fratello che guardi il mondo” di Ivano Fossati e il direttore artistico si commuove.
Il trio Renga, Max Pezzali e Francesco Renga canta con Baglioni “Strada facendo”. Il conduttore del Dopo Festival Edoardo Leo si esibisce poi con Baglioni e Favino e il trio di conduttori fa balla l’Ariston insieme a Sabrina Impacciatore con “La canzone intelligente”.
Ron ha vinto il premio della critica intitolato a Mia Martini. Secondo posto per Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, terzo Max Gazzé. Tra gli altri premi presentati, Il premio della sala stampa Radio-Tv-Web a Lo Stato Sociale, il premio Sergio Endrigo alla miglior interpretazione a Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, il premio Sergio Bardotti per il miglior testo (assegnato dalla giuria degli esperti) a Mirkoeilcane, il premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale (assegnato dall’Orchestra del Festival) a Max Gazzé, il premio TIMmusica per la canzone più ascoltata sull’omonima app musicale nella settiimana della gara a Ermal Meta e Fabrizio Moro per “Non mi avete fatto niente”.

Francesca Romana Pisciotta 

, ,